Aiuto VARROA

Varroa

introduzione
Varroa destructor (Anderson e Truman) precedentemente descritta come Varroa jacobsoni (Oud) è un acaro parassita delle api adulte e covata. Negli ultimi cento anni o giù di lì è diventato il più grave dei parassiti delle api occidentali in tutto il mondo, in particolare per l’Apis mellifera europea miele delle api che manca di difese naturali per essere in grado di affrontare l’acaro da soli. Quando le popolazioni sopraffare una colonia, porta a una malattia chiamata Varroosis e, se non trattata una colonia infestata di solito muoiono entro 2-3 anni.
Stato attuale della varroa
Varroa è presente in tutti i continenti ad eccezione dell’Australia. E ‘stato trovato per primo nel Regno Unito il 4 aprile 1992 a Devon, però, la sua presenza è ormai non è più soggetta a denuncia nel Regno Unito. Le malattie delle api e parassiti di controllo (Inghilterra) Order 2006 è entrato in vigore il 17 marzo 2006 Dove Defra formalmente revocato, in virtù delle competenze delle malattie delle api di controllo Ordine 1982, la zona infetta di legge per Varroa in Inghilterra.

Ciclo vitale
Gli acari femminili adulte comunemente visto all’interno dell’alveare e delle api hanno, corpi ovali bruno-rossastro piatte, maggiore larghezza di lunghezza (1,6 x 1,1 millimetri). Gli acari femmina entra una cella aperta, appena prima che la cellula è sul punto di essere ricoperto dove si nasconde nel cibo nidiata situato sotto la larva. Ci si aspetta per 2-3 giorni, respirando da un organo respiratorio nota come peritreme. Una volta che il cibo è stato consumato dalla larva, l’acaro femminile inizierà la riproduzione all’interno della cellula sigillata, recante il suo primo uovo (in genere di sesso maschile) e in seguito, ad intervalli di circa 1-2 giorni, la femmina continuerà a deporre fino a sette uova che di solito sono gli acari femminili. Queste schiudono in acari immaturi di cui solo due a tre stadi portata adulti.

Mentre all’interno della cellula, gli acari si nutrono di pupe in via di sviluppo, tranferring virus che possono abbreviare la durata della vita e Stunt sviluppo della pupa. Dopo 21 giorni, il lavoratore ape emerge (24 per fuchi maschi) insieme ad eventuali acari sopravvissuti che si attaccano al dorso delle api fino a raggiungere una nuova cella aperta con una larva in esso.

Così come la riproduzione naturale, le popolazioni di acari sono aumentati tra le colonie attraverso rapina, alla deriva e brulicante. Una grave accumulo di acari in una colonia porterà a sintomi visivi di Varroosis

Sintomi di Varroosis
A seconda delle condizioni climatiche, sintomi visivi causati da V. destructor si osservano da autunno, quando la quantità di covata essere allevati è ridotto e il numero di acari sono al loro massimo fino alla primavera durante la fase di svernamento. infestazioni gravi di Varroa possono portare a:

ali deformi che sono striminziti e adottare un ‘di spaghetti’ come l’apparenza;
addomi rachitici;
indebolimento generale della colonia;
Chiazze / Pepper Pot modelli covata;
infestazioni di alto livello può essere una causa diretta della perdita delle colonie;
L’acaro è anche un vettore di diversi virus. Sebbene i virus delle api di solito persistono le infezioni inapparenti e non provocano evidenti segni di malattia, possono influenzare notevolmente il miele delle api salute e abbreviare la vita delle api infette in determinate condizioni.

Trattamenti varroa
Al fine di mantenere le colonie sane e produttive, l’acaro Varroa deve essere controllato. Questo può essere fatto attraverso trattamenti che rientrano in due categorie principali, ognuna delle quali hanno i loro vantaggi e svantaggi; l’apicoltore dovrà scegliere controlli appropriati per soddisfare i loro metodi di allevamento.

Controlli biotecniche: Questi evitano l’uso di prodotti chimici e utilizza metodi basati sulle api allevamento per ridurre le popolazioni di acari da solo mezzi fisici. metodi biotecnologici sfruttano il fatto che gli acari si riproducono in larve di api e il più comune di questi includono acari trapping a pettine (pettine solito drone). Il pettine viene poi tagliato e distrutta, insieme con gli acari contenute all’interno delle cellule. In generale, questi metodi vengono utilizzati solo durante i mesi primaverili ed estivi, quando drone covata viene allevato e possono essere un grande vantaggio nel ritardare quando sono necessari trattamenti. Se volete saperne di più informazioni su ogni singola tecnica, si prega di consultare il nostro ‘Gestione Varroa’ opuscolo consultivo.

Varroacides: La maggior parte dei varroacides sono una caratteristica importante nel controllo apicoltori piani, perché sono altamente efficace a uccidere e controllare le popolazioni acaro Varroa. Ci sono due classi di varroacides, quelli che contengono sostanze chimiche sintetizzate proprietarie ( ‘hard’ varroacides) e quelli che contengono sostanze chimiche di sintesi, che si trovano in natura ( ‘soft’ varroacides) esempio acido formico o olii essenziali.

Quando si utilizza qualsiasi trattamenti è importante leggere e seguire le istruzioni riportate sull’etichetta e utilizzare solo i farmaci che sono stati approvati ai sensi del diritto dell’Unione. Informazioni sui prodotti che sono autorizzati per l’uso nel Regno Unito, così come quelli disponibili in cascata è disponibile sul regolamento medicinali veterinari (VMR) 2013 pagine del nostro sito.

ulteriore lettura

Maggiori informazioni su Varroa, compresi i metodi di monitoraggio, la gestione della resistenza e le informazioni di trattamento, è disponibile nel nostro opuscolo di consulenza “HelpVarroa” che dal 1/10/2016 sarà inviato a tutti i nostri iscritti

se non sei iscritto iscriviti Adesso qui sotto

Annunci